Search

Come prenotare una visita


Per prenotare una prima visita ambulatoriale è necessario inviare la documentazione clinica disponibile:

  • per email ( Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ) oppure
  • via fax (0382-502990) oppure
  • per posta all'indirizzo:

Centro per lo Studio e la Cura delle Amiloidosi Sistemiche 
Padiglione Forlanini (ultimo piano) 
Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo 
Viale Golgi, 19 
27100 Pavia

E' necessario segnalare un indirizzo email e un numero di telefono cui fare riferimento per le successive comunicazioni. 

La richiesta è valutata personalmente dai medici della struttura e potranno richiedere integrazioni a quanto è stato inviato.

Si suggerisce che la documentazione inviata contenga i seguenti dati:

-   relazione clinica del medico che ha posto il sospetto di amiloidosi;

-  qualora disponibile, potrebbe essere utile la lettera di dimissione ospedaliera di un ricovero recente (in particolare il/i ricovero/i dove sono stati posti in atto accertamenti volti a chiarire il sospetto di amiloidosi). L’intera scansione della cartella clinica non è utile in questa fase, potrà essere richiesta dai medici del centro e dovrà (se disponibile) essere consegnata al momento della visita;

-   esito degli esami bioptici in cui sono stati documentati depositi di amiloide;

Nel caso in cui sia stato posto il sospetto di amiloidosi AL, è importante che la prima visita presso il centro di Pavia avvenga prima di iniziare la chemioterapia specifica, per rendere possibile una valutazione più accurata e per permettere che sia predisposto un piano terapeutico personalizzato.

Nella prenotazione sarà data precedenza ai pazienti che non sono ancora stati trattati e, tra questi, a chi ha particolari motivi clinici di urgenza, cercando in questi casi di organizzare la visita entro pochi giorni dalla richiesta.

Nel caso in cui è stato posto il sospetto di amiloidosi cardiaca o amiloidosi localizzate (ad esempio: cutanea isolata, laringea, faringea, gastrica isolata…) dovranno essere inviati al momento della prenotazione i risultati dei seguenti accertamenti al fine di definire la tempistica della valutazione:

  • immunofissazione del siero e delle urine;
  • misurazione delle catene leggere libere circolanti del siero;
  • creatinina e proteinuria delle 24 ore;
  • NT-proBNP (o BNP) e troponina;
  • L’esito di un’ecocardiografia recente;
  • L’esito di una scintigrafia scheletrica con bisofosfonati (solo nel sospetto di amiloidosi cardiaca da transtiretina, in assenza di note componenti monoclonali sieriche od urinarie).

Sulla base dei risultati degli esami eseguiti dal paziente ed inviati, sarà stabilito il programma e la tempistica degli accertamenti da svolgere a Pavia, in occasione della visita.

Qualora i medici curanti ritengono opportuna una valutazione di un paziente affetto da amiloidosi AL che ha già iniziato una chemioterapia specifica, si suggerisce che vengano chiaramente riportati sulla richiesta i dettagli clinici e laboratoristici riguardanti la stadiazone al momento della diagnosi [risultato della tipizzazione immunoistochimica ultrastrutturale (o proteomica), misurazione della catene leggere libere circolanti, biomarcatori di danno d’organo (NT-proBNP, troponina, proteinuria, creatinina)], i dettagli riguardanti la/le terapia/e effettuata/e, i dati che indicano la risposta ematologica secondo i criteri della Società Internazionale per l’Amiloidosi (Palladini et al. JCO 2012).

I medici del centro si riservano in questo caso di stabilire in accordo ai medici curanti un programma per un’eventuale valutazione presso il centro.

Le visite successive alla prima sono di solito prenotate dai medici del centro e la data è comunicata nella relazione clinica.

Per informazioni telefonare nei seguenti orari: LUN-MAR 11.00-12.00, MER-GIO-VEN 9.30-11.30, Sig. Alberto Bovera (0382-502994).